Un po’ di Storia di Toscolano Maderno

Il comune di Toscolano Maderno nasce il 14 giugno 1928, grazie alla fusione dei due centri di Toscolano e di Maderno che, a loro volta, vantano origini molto antiche: pare infatti che i primi ad insediarsi nella zona del porto di Toscolano siano stati gli Etruschi, che lo chiamarono “Benaco” (ecco perchè il Lago di Garda è chiamato anche Lago del Benaco); soltanto intorno al I° secolo d.C., in seguito alla venuta dei Romani, divenne “Tusculanum” e fra il X ed il XIII secolo, periodo di particolare splendore durante il quale soprattutto per merito di Federico Barbarossa ottenne la parziale autonomia, assunse il ruolo di capoluogo della riviera bresciana del Lago di Garda.

E’ più o meno durante questo periodo che Toscolano Maderno subisce un notevole sviluppo industriale tra i cui fautori ci sono i frati Domenicani; essi bonificarono e coltivarono la zona detta “della Religione” e diedero inizio, insieme con la cartiera in valle delle Camerate, all’industria cartaria di Toscolano Maderno, spingendo personaggi come Gabriele Di Pietro e Paganino Paganini a traferirsi qui con la loro attività.

Questo periodo florido, però, non era destinato a durare in eterno, infatti intorno al 1700 ebbe inizio un lento ed inarrestabile declino dell’attività cartaria del paese e l’avvento dell’energia elettrica sancì praticamente la fine di questa attività industriale.

Soltanto la cartiera dei Maffizzoli, quella in valle delle Camerate, sopravvisse al declino e, anzi, i proprietari furono costretti a spostare lo stabilimento in località “Capra” nel 1906 per esigenze di trasporto e di ampliamento e tutt’ora è nota sia a livello nazionale che internazionale. In termini storici, invece, Toscolano Maderno riacquista prestigio durante la seconda guerra mondiale: è qui, infatti, che, dopo essere stato liberato dal Gran Sasso ed essersi trasferito a Gargnano, Mussolini sposta buona parte degli uffici ministeriali ed amministrativi di Roma con relativo personale (la scuola elementare ospitava la sede del Ministero dell’Interno, nello attuale Hotel Golfo vi era la direzione del partito fascista repubblicano con Pavolini). Subito dopo il secondo conflitto mondiale Toscolano Maderno vede un notevole sviluppo del turismo, che divenne una delle principali attività economiche insieme alla produzione cartaria.

Per molte altre informazioni, consultare il sito qui sotto

http://storiaditoscolanomaderno.blogspot.it